Traduttore di Google:

COVID 19 PREDETTO DALLA COMETA HALLEY


LA MATEMATICA DELLE POTENZE

STONHENGE → SARMISEGETUZA, UN MESSAGGIO PLANETARIO


AUTORE VASILE DROJ UNIVERSOLOGO
 

Nella vicenda del Corona virus Covid 19 c’è qualcosa di misterioso che supera l’attuale conoscenza umana intrecciandosi con una extraterrestre. L’apparizione del virus non è casuale ma prevista molte migliaia di anni fa essendo immortalata in un “operatore numerico” 2511.. segreto conosciuto soltanto dai grandi iniziati dell’Antichità. Esso è collegato anche alle piramidi specialmente a quella di Chefren. Con ogni sua apparizione, la cometa Halley, corpo artificiale (16), (69) lo scandisce, e proprio nella sua ultima apparizione del 1986 (36 anni fa) aveva indicato precisamente l’anno 2020 e il mese di febbraio (addirittura febbraio 2019) della pandemia Covid 19. La fatidica data numerico calendaristica indicante 22.02.2020 è derivata dallo stesso operatore numerico usato dalla cometa anzi, la data calendaristica stessa genera il terribile operatore.

L’universologo Vasile Droj verso la metà del 2019 si accorse che la date calendaristiche del 02.02.2020, 20.02.2020 e specialmente 22.02.2020 dell’anno a venire, erano tropo particolare (la stessa cifra “2” che si ripeta). Una cosa simile succede soltanto una volta ogni mille anni. Qualcosa di simile almeno numericamente è successo soltanto con il “baco” del Millennio (2000) e poi con quella del Calendario Maya 21.12.2012 o la nascita di Cristo 01.01.01. In conformità a quest’assomiglianza l’autore si mise ad avvertire l’opinione pubblica dicendo che anche il 22.02.2020 poteva essere un pericolo e che qualcosa di grosso stava per succedere nel mezze di febbraio 2020. In vano però furono i suoi richiami. Neppure la troppa appariscente e folgorante apparizione all’orizzonte del pianeta Venere (vedi malattie veneree infettive) non sospettò nessuno finche la pandemia del Coronavirus Covid 19 (104) non colpì in pieno.

Successe poi una cosa interessantissima, quando Venere oltrepassò l’’Asse del Cielo” (105) indicata dall’immaginare linea dell’allineamento: Sirio - Cintura di Orione - Aldebaran - Costellazione Pleiadi, il numero dei decessi in Italia arrivò a 969 e l’autore dichiarò che da quel momento scenderanno, e cosi fu. Affermò questo in base al super calcolo che egli scoprì: 31142 = 6969969 (3.114 è l’anno della fondazione Maya e del suo Calendario). Miracolosamente in quel tempo nelle Pleiadi fu avvistata una nave aliena a forma di sigaro. Caso o “Qualcuno” ostentava appositamente la sua presenza per avvertire l’importanza cruciale del momento? Nella stessa precisa posizione delle Pleiadi nel 1986 transitò la cometa Halley. (Sic).

COMETA HALLEY

Con l’entrata nel gioco e nei calcoli della cometa Halley, ora nel terribile momento della pandemia di Corona virus, le cose si complicano frizzando il parossismo. La cometa avrebbe un ruolo in tutto ciò almeno dal punto di vista di predizione numerica. La cometa sarebbe un’enorme piattaforma artificiale a perlustrare il Sistema Solare ogni 76 anni (guarda caso i 76° dell’apice piramide Cheope), verificando l’evoluzione della vita e i percorsi della civiltà umana. Fu l’universologo Vasile Droj a scoprire il primo l’artificialità della cometa e la sua missione. Dettagli nel libro dell’autore: “Guerre Solari - l’Impero e la Fondazione degli Universologi”, Edizioni Universologia, 2006. Ecco la storia degli eventi:

All’inizio del 1984 nella rivista “Lumea”, (Romania), apparse per la prima volta un’immagine della cometa Halley, pressa dall’osservatorio cinese di Beijing a una distanza i 237 milioni di chilometri da Terra. L’autore fece un’approfondita ricerca sulla fotografia scoprendo che i detriti nascondevano un’enorme piattaforma artificiale, simile in composizione a un “mandala” orientale. Egli pubblicò la scoperta sul giornale “Contemporanul” e altre ancora. Questa notizia non passò inosservata alla NASA, che per averne una fotografia propria e studiarla preparò la navetta Challenger al lancio. Dopo tanti tentativi non riusciti successe il disastro. La cometa no si voleva lasciare fotografata.

L’autore continuò la ricerca scoprendo cose impressionanti riguardante l’enorme piattaforma artificiale nascosta dai detriti. Il gigantesco aggeggio supertecnologico perlustrava ogni76 anni il sistema solare per verificare e influire la vita e gli eventi sulla Terra. Vasile Droj calcolò che sulla Terra intorno ad ogni 76 anni succedeva qualcosa d’interessante marcando una piccola era. Fu la cometa Halley che marcò con la sua apparizione: l’era industriale, l’era elettromagnetica, l’era aeronautica l’erra spaziale, lunare , marziana etc. fino alla conquista del sistema solare e poi delle altre stele etc. Questi cambiamenti succedono a distanza di 76 anni. L’ultima era quella aeronautica, ha iniziato con la prima guerra mondiale e si è conclusa con l’apparizione di Halley. (In un articolo futuro l’universologo Vasile Droj spiegherà questo sviluppo).

COMETA HALLEY QUANTIFICATORE DEL TEMPO UNIVERSALE

L’artefatto supertecnologico Halley potrebbe appartenere anche a qualche civiltà umana remotamente scomparsa e sicuramente programmata secondo l’intelligenza artificiale di come agire in futuro. Se è un relitto di una civiltà extraterrestre è sempre programmato con un’intelligenza artificiale però extraterrestre. Qualunque sia la verità, l’autore ha scoperto che esse sono connesse a criteri di quantificazione universale valide in tutto l’Universo. A quei tempi l’universologo Vasile Droj studiando i parametri delle antiche costruzioni: megaliti, piramidi, templi etc. scoprì un valore numerico speciale attraverso quale si poteva trasmettere in futuro la data dei grandi eventi planetari. In qualche modo simile all’idea dell’egittologo Piazzi Smith riguardante la Galleria Centrale della piramide di Cheope che attraverso varie misure numeriche prediceva il futuro.

Con questo misterioso valore del “quantificatore universale” Droj riuscì a dimostrare l’inizio degli eventi passati e quelli da venire tra cui anche l’apparizione del Coronavirus Covid 19. Questo preciso valore numerico “X” se elevato a uno specifico potere dà: 100000000000000000000000000000000000...Questo azzeramento è come quello di un contatore che annulla i valori anteriori portandoli allo “zero”, o allo stato neutro. Ora se qualcuno volesse trasmettere un valore ai posteri che nessuna se né accorga, inserisce il pacchetto di decimali additivi dopo la prima parte dell’equazione così che nella marea di zeri finali appaia il valore voluto. Lo straordinario valore numerico è 251188643150959

CODIFICATO IL PERIELIO DÌ HALLEY - L’ASSE DEL TEMPO
LA MATEMATICA DELLE POTENZE

Ogni oggetto libero che vaga nello spazio, anche le comete, nelle loro orbite ellissoidali hanno due momenti distintivi: il perielio, la data della minima vicinanza dal Sole e l’afelio, la massima lontananza. Il perielio della cometa Halley cadeva nel febbraio del 1986.02.09. Ebbene introducendo dopo le prime cifre del famoso valore: 2511886431, la data del perielio 1986.2.09 si ottiene il valore 2511986209 che elevato al quinto potere dà1000198626...

25119862095 = 10000198626
   Interessante questo trasferimento delle cifre da una parte all’altra dell’equazione. Però non proprio perfetto, l’ultimo decimale indica qualche giorno di differenza. Già all’epoca, l’anno 1986, Vasile Droj si mise a perfezionare l’equazione in tal modo che qualunque enorme quantità di decimali inserite nell’entrata dessero lo stesso risultato anche all’uscita. Ecco le correzioni di Droj:
    25119862060642415 = 10001986206064241..

Impressionante questa operazione che fa uscirne gli stessi numeri all’infinito. Il valore 1986206064241.. è una costante universale ed è valida in tutto l’Universo. Di sicuro qualche civiltà extraterrestre enormemente avanzata proprietaria della cometa Halley (piattaforma artificiale) ha sincronizzato le sue rivoluzioni periodiche di 76 anni per comunicarci qualcosa. Ecco che dà lo sviluppo di questa ciclicità numerica;

    251198620606421X = 2)631007467…. 3)15850820…. 4)39817042… 5)10001986206064241..
  6)251124851…………..      7)631113280…. 8)15853968…. 9)3982495.. . 10)1000397280

Così come ciclici sono gli sviluppi di questi numeri, così periodici sono anche il ritorno delle comete.

IL GRANDE MESSAGGIO EXTRATERRESTRE PER L’UMANITA’– 22.02.2020

Accanto all’enigmatico perielio Halley 1986.02.09 e al suo valore trascendente che nasconde l’asse 198620606.. c’è anche il verificatore numerico 251188643150959.. del tempo universale.

     220220195X = 7)251188643158…. 33)206198600978.. 35)100000000014.. 36)22022019503..

E’ puramente stupefacente quello che succede nell’operazione “unaria” (uso di un solo termine) di sopra dove una data calendaristica per niente banale “22.02.2019”, con la sua eccessiva ripetizione di “2”, sviluppa in cascata una serie numerica immortale. Alla 7 esima potenza abbiamo niente meno che il quantificatore del tempo universale 2511., alla 33 esima potenza l’anno dell’apparizione della cometa Halley 1986, alla 35 esima, l’azzeramento totale a zero 1000.., in infine alla 36) esima potenza la fatidica data 22.02.2019. Ecco perche la pandemia del Coronavirus Covid 19 appare nel 2019. I proprietari della cometa artificiale Halley ci avvertivano già dal 1986.

STONHENGE - SARMISEGETUZA, UN MESSAGGIO PLANETARIO
IL SOLE DI ANDESITO

Nei Monti Carpazi a Sarmisegetusa Regia esiste un Santuario megalitico dai tempi dei geto daci, 2.500 anni fa. E’ composto di cerchi concentrici che alludono al Sistema Solare avendo accanto una piattaforma circolare detta il “Sole di Andesite”. Una coda di pietra che si prolunga dal Sole lo ripropone come una cometa. Sembra suggerire che nel Sistema Solare c’è una cometa che si ravvicina al Sole. Non è difficile accorgersi che si tratta dalla cometa Halley. Ci sono prove che già dal neolitico la cometa era studiata dai sacerdoti, e anche il Santuario megalitico di Stonehenge si occupava di lei. La piattaforma circolare di andesite ha un raggio di 2,76 m. e con la coda sembra una cometa simile alla piattaforma artificiale di Halley che con i tubi di scarica ha una forma allungata. Il Sole di Andesite ha il suo segreto nel suo raggio 2,76 m. che secondo la matematica delle potenze scoperta da Vasile Droj porta direttamente al correttore universale 25118864.

2,7644 =             251188418084551.
2,76000005744 251188643150959.

Come ben visibile appare il correttore azzeratore però non perfetto. Basta aggiungere ai 2,76 metri appena un cento millesimo di un millimetro e otteniamo il risultato quasi perfetto: Che il Sole di Andesite vuole proporre la cometa di Haley è ovvio e provato anche dai quei 76 centimetri dopo la virgola che alludono al periodo della cometa di 76 anni non che i 76 gradi di punta della piramide di Cheope. D’altronde l’antico nome originario dell’Egitto era Kemet cioè Cometa. La parola “cometa” viene da commettere. Il verbo commettere è associato alla punizione. E la Terra è stata punita duramente con il virus Covid 19.     

RAPPORTI TRA I SANTUARI. I due santuari Stonehenge e Sarmisegetusa Regia, sulla scia del tempo e dei numeri comunicavano tra loro apportando nel tempo delle correzioni sugli errori accumulati. Il Diametro di Stonehenge è di 28,56 m. e quello di Sarmisegetusa Regia è di 29,40 m. Dal loro rapporto emergono risultati interessanti:

2956/294 = 100544217687..-2)341987134989…………………1269865784

Il risultato 1005442.. è un “correttore azzeratore”, 5442 potrebbe rappresentare i 5000 anni dalla fondazione di Stonehenge (3000 anni prima di Cristo più 2000 anni dopo. Quello che si voleva però trasmettere di più è il secondo derivato numerico 34198713.. che include l’anno approssimativo dell’ultima visita di Halley. Interessante il fatto che il “34” iniziale e il “13” finale tra cui è iscritto 1987 rappresenta proprio il numero delle colonne dei due cerchi centrali. Parte dello scenario di cui parliamo era inscritto e descritto più di 2000 anni fa nel Santuario geto - dacico di Sarmisegetusa Regia nei Monti Carpazi. Occorre ritornare e aggiustare per arrivare al valore 1986. Dalle estrapolazioni numerico geometriche tra Stonehenge e Sarmisegetusa riemerge di nuovo l’’asse temporale” della cometa Halley (artificiale), però con qualche giorno diverso.

     29,56/29,40001 = 0,0341986902344

Il risultato del perielio della cometa Halley questa volta è quello reale 34.1986.9.02…, 34 essendo le colonne all’interno del Santuario Circolare mentre 1986 è l’anno, 9 il giorno del mese, 02 il mese di febbraio. Che dire? Impressionante? Simili fenomeni celesti l’autore scoprì incisi anche sul Disco di Nebra (17), (27)  dove fu descritto un esercitazione extraterrestre nel nostro Sistema Solare nel tempo di un eclissi solare. Antichi saperi e tecnologie trascendenti (31), (32) sorprese dall’universologo Vasile Droj, appaiono anche nella cultura Terramare (Italia) 3.700 anni fa.

L’ANNO DEL MONDO

Nella storia dell’Umanità furono molti fenomeni catastrofici come diluvi universali, eruzioni vulcaniche, caduta di asteroidi e comete, Apocalisse di ogni genere. L’Idea generale era che nel tempo si accumulano molti errori corruttivi che poi portavano al collasso delle civiltà e della natura che li sostiene. I saggi degli antichi tempi calcolarono perciò il coefficiente d’imperfezione presente in Natura cercando di comunicarlo ai posteri. Di conseguenza costruirono gigantesche costruzioni inserendo nei loro parametri fisico-numerici le coordinate sulla data precisa di tali eventi da venire e sulle soluzioni da impugnare. Ora è venuto il tempo di scoprire il tesoro di conoscenze reali di tutta l’Antichità fare una Nuova Sintesi, estrarne le soluzioni e applicarle. L’autore ha realizzato già la grande Sintesi e l’analisi dei dati, occorre soltanto la messa in pagina delle conoscenze. Occorrono soltanto i collaboratori. Quelli interessati possono contattare l’autore.

Fin qui è stato presentata soltanto una piccola parte del compimento del GRANDE PUZZLE, un gioco che si disputa da millenni tra l’Uomo e le Entità Superiori. L’apparizione del virus Covid 19 è apparso perché l’uomo ha quasi perso questo gioco, ma può recuperare ed è ammesso che la può fare anche attraverso un solo uomo se i risultati diventino di tutti. E’ per questo che la piramide di Cheope non ha punta. C’è da mettere subito la Punta (5) cioè il Punto. Con questo “Incipit” si potrà superare il Grande Esame al quale la nostra Civiltà è messa a dura prova adesso alla “fine dei tempi”. Applicando il “giudizio Universale” (il nostro) sarà evitato il Giudizio Universale (Divino) e l’Apocalisse si trasformerà in RIVELAZIONE.

22.02.2022  - CHE CI ASPETTA?

Sul percorso si è vista l’importanza della data calendaristica 22.02.2020 derivante dalla funzione matematica generata dal valore numerico 22022019., che innescò la grande pandemia del Covid 19. E questo è soltanto l’inizio poiché una data ancor più tremenda e completa di “2” (2 = dualità) sta per arrivare, é quella del 22.02.2022. Che ci aspetta fra quasi due anni? C’è da sapere che alla fine del 2022 e inizio 2023 la cometa Halley è quasi ad’afelio e comincia viaggiare verso la Terra. 76/2 = 38, 1985-86 + 38 = 2023. I calcoli fatti sulla combinazione numerica 22.02.2022 non sono tanto rosei anzi c’è da sbrigarsi a distruggere il virus; “Virus versus virus”.  O vince l’Uomo (lat. virvirus) o vince il virus distruttivo. Per vincere occorre: VERITA’ – VIRTU’ – VERTICE – VORTICE. Questa è l’equazione vincente non c’è un'altra.

PS. Se tutti i dati qui presenti fossero ascoltati e pressi in considerazione prima della pandemia di Covid 19, i momenti d’incertitudine, confusione e disorientare potevano essere evitati e prese misure drastiche. Immaginatevi se i tre dati 02.02,2020, 22.02.2020 e ancor meglio 02.02.2019 fossero virali su Internet nessuno avrebbe mai esitato di agire anche dall’inizio, e oggi il terribile Covid 19 era totalmente sradicato, già partendo dalla Cina. Centinaia di migliaia di morti potevano essere salvati e altrettanti migliaia di miliardi di euro potevano essere risparmiati. Solo l’’intelligenza artificiale” non è sufficiente ci serve anche l’’intelligenza naturale”.


Roma 07.07.2020


Vasile Droj

Fondatore Centro Universologico di Roma

www.universology.com  e-mail redazione@spiritology.it

 

 

Torna in Home Page Torna


Copyright © Edizioni Universology 2000-2020

Copyright © Vasile Droj 1975-2020