Traduttore di Google:

GLI “UNIVERSALOIDI”
SVELANO I SEGRETI DEL CORONA VIRUS

“L’IMPRONTA ENERGETICA” DEL COVID 19
DECIFRATA DAGLI ARCHETIPI DINAMICI

VIRUS VERSUS VIRUS

AUTORE VASILE DROJ UNIVERSOLOGO

SCRITTO IN MINIMAX (MINIMO DI CHIACCHERE MASSIMO DI QUINTESSENZA)

L’universologo Vasile Droj di Roma autore degli “Univeversaloidi” dimostra che l’attuale Corona virus Covid 19 può essere meglio capito e persino eliminato dagli “archetipi dinamici”. Gli Universaloidi sono quell’energia universale che sta alla base di ogni aggregazione delle forme nell’Universo, dagli atomi ai sistemi solari fino alle galassie. Questa energia è la madre modellatrice di ogni entità vivente, anche dei virus.

Universaloidi - Figura 1

Vasile Droj ha scoperto e sperimentato questa energia già nel 1992 registrando nei filmati tutti i suoi passaggi inclusi quelli che portano alla specifica formazione “tipo virus”. Studiando i rispettivi passaggi quantici, egli dimostra che si possono eliminare i pericolosi puntigli con cui il virus aggredisce le cellule. I risultati sono radunati nel suo libro: “Universaloidi - Archetipi Dinamici”, Edizioni Universologia, 2007, 154 pag. Ora tutta questa esperienza può essere utilizzata per eliminare il Coronavirus - Covid 19. Prima di entrare nel mondo degli Universaloidi occorre chiarire il concetto del termine “virus”. Virus vuol dire qualcosa di potente, dirompente come ne esce dalle parole; virulente, virale, verace, vorace, etc. “Virus” è una parola impropriamente accordata a questi pericolosi corpuscoli, perché il suo vero proprietario è l’Uomo lat. vir - virus. L’uomo è la vera forza della natura e le sue eccezionali virtù operative furono delegate impropriamente ai virus proprio per rilevare la loro forza dirompente. Perciò per indebolire i virus, occorre cambiare il loro nome. Un simile esperimento fu il cambiamento dei nomi degli uragani americani, generalmente femminili, che appena cambiati in maschili, diminuirono la loro virulenza. La radice virus indica la virulenza generata dal vortice energetico che creano queste micro strutture nel corpo umano, disaggregando le sue energie vitali. L’uomo stesso (VIR) e in primis è un vortice di energie che se indebolito è più aggredito. Ecco perché le persone anziane sono più disponibile all’attacco del Coronavirus. Con l’età la velocità del vortice vitale umano rallenta indebolendosi. Più la velocità radiale di un vortice cresce più il sistema ruotante si rafforza. E’ questo uno dei rimedi per far accrescere la vitalità dell’uomo.

 

GLI UNIVERSALOIDI TIPO VIRUS

L’universale energia creativa degli Universal oidi passa anche attraverso la forma “virus”. E’ ben visibile nella figura 1 quanto somiglianza c’è tra l’universaloide e il Corona virus Covid 19.Le escrescenze tentacolari sono la caratteristica specifica del virus e rappresentano la sua arma principale. Il “codice linguistico ancestral universale” scoperto dall’autore dimostra i segreti semantici operativi codificati nella parola “tentacoli”. TEN+TAC-OLI si compone di TEN la radice del latino tangere come in romeno attingere cioè attingere, toccare, e TAC ossia Toccare con- tactto tactile (contatto tattile). Ten-TACOLI vuol dire in quanto rimedio “tentare di tagliare”. 

Universaloide - Figura 2 Se la soluzione per eliminare il virus sta nel tagliare i suoi tentacoli, il problema è: come farlo. Occorre prima capire il suo meccanismo di generazione, il principio su quale si appoggia. Il Principio energo archetipale secondo la scienza degli Universali, è il vortice energetico che gli permette di diventare una struttura auto strutturante”. Nella figura 2 si vede il vortice in rotazione verso la destra, destrogiro, che fa fluttuare i tentacoli impallinati. Se la rotazione è troppo veloce fa perdere le paline come le grandi eruzioni solari. Si fa intendere che accrescere la velocità angolare farebbe perdere le punte aggressive dei tentacoli quelle che aggrediscono le cellule sane. Perciò occorre studiare come indure a coronavirus l’energia entropica destabilizzante. E’ stato detto che ogni virus di per se è un archetipo dinamico fluttuante che cambia spesso la forma poiché derivante dalla dinamica generale dei fluidi. Nella figura 3 è ben espresso il suo carattere plasmatico non è visibile ai microscopi che seguono la sua composizione atomica e molecolare.

Universaloide - Figura 2 In generale nell’analisi dei virus è visibile la loro struttura fisica molecolare, però mai si vede la loro struttura energetica che in sintesi deriva da una forma plasmatica che segue la dinamica dei vortici. La visibilità è accessibile soltanto attraverso metodi usati per gli Universaloidi. Ancor più semplice è far ricorso al “Registro degli Universaloidi”, vedere a quale tipologia appartiene e poi accedere ai filmati che fanno vedere la nasc ita e la loro evoluzione. Una volta vista l’evoluzione si ferma sui punti nodali scomponendoli di frame in frame per trovare il punto debole del virus. Infine si scenderà nella struttura atomico molecolare per vedere il suo corrispondente materiale. E ancor non è sufficiente poiché la rispettiva sostanza chimica dovrà sottoposta alla stessa procedura energo plasmatica per vedere le corrispondenze.

Una volta vista l’evoluzione si ferma sui punti nodali scomponendoli di frame in frame per trovare il punto debole del virus.

Libro Universaloidi

Infine si scenderà nella struttura atomico molecolare per vedere il suo corrispondente materiale. E ancor non è sufficiente poiché la rispettiva sostanza chimica dovrà sottoposta alla stessa procedura energo plasmatica per vedere le corrispondenze.

Dopo lo stato plasmatico visto nella figura 3, lo stato tipo virus tende di concretizzarsi più nella forma materiale come nella figura 4, dove le forme specialmente, i tentacoli, sono più marcati. Vedi la grande similitudine con il vero Coronavirus Covid 19.

 

 

 

 

 

 

 

UNIVERSALOIDI SENZA AURA, CON AURA E SINAPTICI (NEURONICI)

Universaloide - Figura 2 Ci sono alcune tipologie fondamentali di Universaloidi che tendono riprodursi nella stessa categoria di “Matrix” ma che possono passare anche da una forma a ‘altra. Una è rappresentata da quella espressa di diverse forme sinaptiche o neuronali e poi quelle che hanno un’aura intorno.

Nella figura 5 è presente un universaloide che detiene aura che avvolge al suo interno cerchi concentrici arrotondati da emanazioni di raggi. E’ un universaloide raggiante ed esprime l’energia pura equilibrata e raggiante umana virile, il vero VIRUS che accresce la VIRTU’ portando al VERTICE dell’Evoluzione – il Grande VORTICE. Questa è la VERITA’. Questo è lo stato puro di Salute e Vitalità, la sua evoluzione corre insù verso gli stadi superiori di: Concentrazione, Sublimazione, Trascendenza, Universalizzazione, Contemplazione e Identificazione. In termini della filosofia orientale: Illuminazione, Liberazione, ossia Samadhi (la” somma degli adhi riuniti”).

Universaloide - Figura 2 Se nell’Oriente la rispettiva energia era nominata: Prana, Tejas, Vayu, Amrita, Shakti, Manas persino Buddhi, nell’Occidente era chiamata higiene, vril, energia orgonica, Graal, etc. Quando lo stato puro, equilibrato e armonioso dell’universaloide raggiante entra in fibrillazione, alcune sue parti cominciano ad’alterarsi, “sporcarsi” e la pura forma si annebbia come nella figura 6. I cerchi concentrici che assicurano l’equilibrio cominciano a ondeggiare diventando imperfetti e le emanazioni radiali diventano storte come nella figura 7. A questo punto nel centro dell’universaloide comincia a germogliare una forma diversa che porterà all’apparizione di un altro tipo di universaloide. In modo simile si comporta anche l’aura energetica umana “vril-viril”. Quando il “Vir” umano - Virus - è forte, distrugge l’impostore virus Covid che lo attacca.

 

 

Universaloide - Figura 2 Questo squilibrio nel caso di un organismo vivente si chiama malattia. La malattia come termine linguistico deriva da “molle”, cioè che l’organismo è molle, debole (non è forte). La Malattia come espressione generale di debolezza esprime il Male, cioè quello che non buono per la Salute. E’ legittimo domandarsi quando il Male si manifesta? Quando è superata la Misura, quando il troppo è troppo (tropo = entropia) caratteristica antropologica cioè MOLTO allora appare la MALATTIA. Ecco la radice del MALE che iniziò già dal Paradiso quando Eva toccò la MELA.

 

 

 

 

LA DEPRESSURIZZAZIONE DEL CORONA VIRUS

Universaloide - Figura 2

Ogni sorgente o organismo che ci sia possiede un’auto pressione che mantiene la sua composizione per non disaggregarsi. Accanto all’aggregazione molecolare esiste un’aggregazione energetica specifica agli Universaloidi che mantiene unito il complesso in alleanza ad'uno informatico. E’ ovvio poiché ENERGIA (EN-ERG..) vuol dire organizzare cioè Informazione e Conoscenza. Tutto è tenuto insieme dal “Cerchio quantico”. Nella figura 8 è visibile come l’insieme degli insiemi corpuscolari è ben tenuto dal cerchio quantico esteriore che assicura la pressione. 

Se la pressione viene meno, allora all’interno del Cerchio quantico di regola al suo centro si crea una pressione negativa che tende a rarefare i corpuscoli che danno consistenza all’integrità dell’universaloide (fig. 9) La rarefazione può essere così forte da far scomparire la massa granulare rimanendo soltanto l’anello esterno.

  Universaloide - Figura 2

Una cosa simile succede ai capelli che invecchiando, il midollo rarefatto lascia entrare l’ossigeno e i capelli diventano bianchi. La procedura di depressurizzazione energetica si potrebbe applicare a tutti i virus specialmente al Coronavirus Covid 19, indebolendolo e poi disintegrarlo. La più grande depressurizzazione nell’Universo è la Morte quando l’Anima che anima un Essere lascia il corpo. L’Anima in greco è Pneuma, e le sue fluttuazioni della pressione “pneumatica” ma specialmente la sua scomparsa marca il passaggio dalla vita alla morte.

 

 

LA VIBRAZIONE SALVATRICE, FREQUENZA 432,6 Hz.

Per eliminare o almeno diminuire l’aggressività del Corona Virus - Covid 19, si può applicare anche la frequenza di 432,6..Hz. che ha un effetto purificatore. Indebolisce il virus e rafforza la difesa immunitaria del corpo. Occorre che i malati, ma anche gli altri, siano immersi in atmosfere musicali di questa frequenza. Per massimo di efficienza è necessario aggiustare la rispettiva frequenza almeno a due decimali dopo la virgola. Presto l’autore Vasile Droj svelerà i prossimi dieci decimali scoperti nel 1984. 

Informazioni sugli Universaloidi negli articoli:

  

 

Roma 03.03.2020


Vasile Droj

Fondatore Centro Universologico di Roma

www.universology.com  e-mail redazione@spiritology.it oppure info@universalogy.net

 

 

Torna in Home Page Torna


Copyright © Edizioni Universology 2000-2020

Copyright © Vasile Droj 1975-2020